Govoni Handling System - Deutsch
Govoni Handling System - English
Govoni Handling System - Italiano
Prodotti
Website
Disoleazione o centrifugazione del truciolo
PERCHÉ REALIZZARE UN IMPIANTO DI DISOLEAZIONE O CENTRIFUGAZIONE

Chi deve gestire il truciolo nelle officine ha solo un problema in più da affrontare e spesso la soluzione non è semplice. Obiettivo della Govoni è quello di trasformare il truciolo da costoso e rischioso problema quotidiano in preziosa materia prima economicamente vantaggiosa, nel pieno rispetto dell'ambiente.
Sempre maggiore importanza stanno acquisendo gli impianti di disoleazione o centrifugazione del truciolo, a causa del recepimento delle nuove direttive CEE a proposito di aspetti ecologici negli ambienti di lavoro e di smaltimento rifiuti pericolosi, che hanno inasprito le sanzioni in materia.
Il Decreto Legislativo 5 febbraio 1997 n. 22 "Decreto Ronchi Ter" stabilisce che il truciolo viene considerato materia prima secondaria solo se in presenza di una parte umida residua pari o inferiore al 2% del proprio peso.
Se il rottamatore ritira del truciolo intriso di olio o emulsione, lo valuta molto meno rispetto alla media di mercato perché considera la perdita di peso che il truciolo subirà successivamente con la disoleazione e i costi che dovrà sostenere per tale operazione, oltre al rischio di gestire materiali nocivi e inquinanti come olio o emulsione.

E' stato dimostrato che in media è possibile recuperare una quantità di olio pari a circa il 7% del peso del truciolo da trattare, ciò vuol dire che su portate medie di 100 kg/h di materiale, su 3 turni di lavoro, è possibile recuperare ben 168 kg/gg di olio. Nell'arco di un anno (220 giorni lavorativi) si possono dunque recuperare circa 40.000 kg di olio, con un risparmio annuo stimato di ben € 200.000 per olii da € 5/kg.
Un truciolo ben asciutto viene dunque più apprezzato e valutato da chi si occupa del ritiro del truciolo. Inoltre la disoleazione del truciolo consente risparmi economici grazie al recupero del lubrorefrigerante e alla riduzione dello smaltimento di rifiuti speciali come olio o emulsione.
Impianto di disoleazione per truciolo di acciaio installato completo di struttura di verifica e manutenzione.
Impianto di disoleazione per truciolo di acciaio installato completo di struttura di verifica e manutenzione.
Impianto di centrifugazione per truciolo di AVP, completo di sistema automatico di riempimento fossa di raccolta.
Impianto di centrifugazione per truciolo di AVP, completo di sistema automatico di riempimento fossa di raccolta.
Impianto di disoleazione per truciolo di alluminio completo di ribaltatore, tramoggia di raccolta, trituratore e centrifuga.
Impianto di disoleazione per truciolo di alluminio completo di ribaltatore, tramoggia di raccolta, trituratore e centrifuga.
VANTAGGI

  • EFFICIENZA: il collettore verticale che precede la centrifuga consente una prima fase di sgrondamento per gravità dell'olio, consentendo una minore sollecitazione della centrifuga e intervalli più lunghi per la sua manutenzione

  • ECOLOGIA: migliora l'ambiente di lavoro nell'officina grazie alla scomparsa di residui d'olio e dell'untuosità dei trucioli

  • SICUREZZA: si evita che gli operatori vengano a contatto con sostanze riconosciute come dannose per la salute per inalazione o contatto

  • RISPARMI ECONOMICI: possibilità di vendere il truciolo asciutto come "Materia Prima Secondaria" e non come "Rifiuto", con conseguente valutazione economica superiore del materiale da parte del rottamatore

  • RECUPERO OLIO: è possibile il recupero di olio fino al 7% del peso dei trucioli

  • CONFORMITÀ: rispetto delle leggi sulla sicurezza e l'igiene del lavoro (l. n. 626/94 e n. 123/07, norme CEI e UNI), rispetto delle leggi sullo smaltimento materiali riciclabili (legge Ronchi)

  • RISPETTO AMBIENTALE: si evita di inviare al circuito del riciclaggio materiali altamente inquinanti per l'ambiente



SCHEDA TECNICA
Il truciolo viene versato in tramoggia 1 mediante un sistema automatico ribaltatore 2 o da contenitori scaricati da muletti 3, oppure direttamente dal collettore verticale finale 4 di un impianto centralizzato; successivamente viene convogliato attraverso un collettore orizzontale 5 e uno verticale nel trituratore sovrastante la centrifuga 7 a ciclo continuo, mentre il liquido lubrorefrigerante viene recuperato e poi filtrato in appositi sistemi di filtrazione, come ad esempio con filtri a tessuto 8 o a barre metalliche 9.
Uno dei vantaggi esclusivi del trasporto a vite è quello di evitare l'utilizzo del trituratore 6 nella maggior parte dei casi, grazie alla frantumazione generata dal movimento della vite stessa.
Il collettore verticale a vite, inoltre, consente un iniziale sgrondamento del truciolo prima dell'entrata in centrifuga, con conseguente agevolazione dell'operazione di disoleazione.
Il sistema può essere corredato su richiesta del cliente da separatore o setaccio vibrante, sistema automatico di riempimento, container o silo, secondo le sue esigenze.

RICHIESTA INFORMAZIONI
© 2019 Govoni Handling Systems S.r.l. - Sede sociale: Via Bologna 21, 44042 Cento (FE)
Capitale sociale: 97.500,00 € I.V. - Partita IVA: 01298160381 - Registro Imprese di FE e C.F.: 01298160381